In offerta!

Cambio Verso

La poesia che ci serve a sopportare l'Italia

14,00

Autore: Simone Giusti

ISBN: 9788898837243

pp.: 192

Esaurito

Categoria:

Descrizione

Dicono che l’Italia sia un Belpaese. Un buon posto per le vacanze al mare o, ancora meglio, per una gita nelle città d’arte. Una nazione in cui da un po’ di tempo i ricchi si arricchiscono e i poveri s’impoveriscono, dove i vecchi vivono più a lungo e in peggiori condizioni, e da cui i giovani fuggono alla ricerca di lavoro, legalità, diritti, speranza. Un paese in crisi, direbbero gli economisti, che sembra sempre sul punto di cambiare o di crollare ma poi finisce per rimanere uguale a se stesso.

Questo libro parla dell’Italia che non funziona attraverso la voce della sua migliore poesia di oggi. Perché la poesia, per quanto ignorata dalla stragrande maggioranza dei lettori, è una delle poche cose che invece funzionano in Italia. E i poeti, scelti e letti in modo personale, autobiografico, possono fornirci le parole che servono a rendere il paese più sensato e vivibile.

Eppure, cosa può insegnare meglio una poesia, se non ad apprezzare il valore delle parole che attraversano il corpo e, rimanendo intatte, divengono mie, fatte da me, esposte, pubblicate, pronte a essere di nuovo pescate, mangiate e digerite?

Costretti a condurre una vita estetica, saturati d’immagini, di parole e di musica, tentiamo almeno con le lingue dei poeti e con le loro forme di costruire percorsi di senso, di fermare il flusso inarrestabile della vita usando parole, schemi e figure che si ripetono e rilanciano da secoli.

Simone Giusti, insegnante di lettere nei corsi serali e negli istituti professionali, è un ricercatore indipendente che vive a Grosseto, dove presiede una rete di associazioni e cooperative sociali che si chiama “L’Altra Città”, e lavora come consulente e formatore di insegnanti in giro per l’Italia. È autore di antologie scolastiche, di manuali per insegnanti e di studi sulla letteratura moderna, sulla traduzione, sulla didattica della letteratura, di studi sull’impatto delle tecnologie digitali sull’insegnamento, sullo storytelling e sulla lettura dei testi letterari. Il suo libro più recente è Tradurre le opere, leggere le traduzioni (Loescher, 2018).
Per effequ ha pubblicato anche Vado a vivere in campagna. Fenomenologia delle fattorie sociali (2013) e, di prossima pubblicazione, La scuola è politica. Abbecedario laico, popolare e democratico (2019)