No país do futebol • Brasile 2014: il calcio torna a casa. Un viaggio antropologico

Pais_Futebol_Cover

Bruno Barba

No país do futebol

Brasile 2014: il calcio torna a casa. Un viaggio antropologico

ISBN

pp. 208

14 € Carrello_1

2,99 € – ebook

 

 

Il Brasile è il paese del calcio, non soltanto perché ha vinto cinque mondiali, ma soprattutto perché Pelé e Garrincha, la “Seleção” e il “futebol bailado” fanno parte dell’immaginario di tutti, uomini adulti e bambini. La “Copa 2014” è l’occasione, soprattutto, per conoscere Bahia, Rio, Manaus, San Paolo, Porto Alegre, città straordinarie, diversissime, bellissime e contraddittorie; per incontrare un popolo meticcio, democratico, fantasioso, unico, e farsi coinvolgere dalla cultura multicolore di un paese emergente, ricco, giovane, musicale, che mostra al mondo la sua dinamica voglia di stupire, la tecnologia, la grandezza. Un’opportunità antropologica prima ancora che sportiva o turistica.

 

—————–

 

Bruno Barba è Ricercatore di Antropologia del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Genova. Da più di vent’anni studia il meticciato culturale e il sincretismo religioso del Brasile. Un’altra sua area di ricerca è il calcio, e lo sport in generale, come strumento di lettura della società. Tra le sue pubblicazioni, Bahia, la Roma Negra di Jorge Amado, (Le città Letterarie, Unicopli, Milano, 2004); Un antropologo nel pallone, (Meltemi, Roma, 2007); Tutto è relativo. La prospettiva in Antropologia (Seid, Firenze, 2008), La voce degli dèi. Il Brasile, il candomblé e la sua magia (Cisu, Roma, 2010), La XXXIII squadra (Effequ, Orbetello, 2010), Dio negro (Seid, Firenze, 2013), No País do futebol (effequ, 2014), Rio (Odoya, 2015).